Condividi su:

Il Mese di Febbraio 2024 entra senza filtri e richiama ad un estrema sincerità con sé stessi.

Nella diretta della Notti Sante del 25/26 Dicembre 2023 (potete approfondire l’argomento nell’Oracolo di Gennaio 2024) che corrisponde al mese di Febbraio, mette insieme le caratteristiche del segno zodiacale dell’Acquario, ovvero l’essere in contatto con il proprio Sole interiore. Questo 2024, governato proprio dal Sole, ci metterà faccia a faccia con delle verità che si mostreranno senza filtri e senza inganni.

Il Segno dell’Acquario racchiude l’energia più “galattica” dello zodiaco, che permette di vedere oltre ciò che è “materiale”, portando a noi ideologie sempre in avanguardia e consentendo di cogliere i messaggi dell’universo.

L’Acquario è visionario e sognatore, interconnesso alla mente universale, al pensiero di “DIO”. L’intento è di portare bellezza e benessere sul pianeta terra.

Qualsiasi cosa accada è opportuno non distogliere lo sguardo dalla meta e questo richiede un profondo credo, che è tipico dell’energia dell’Acquario.

Quindi, è un energia che coinvolge la collettività, così numerosa quanto sono le stelle in cielo. In questo momento storico dell’umanità, siamo agli inizi dell’era dell’acquario definita anche “Era d’Oro”.

L’Acquario ha delle innate capacità intuitive, per questa sua propensione di comunicazione con l’essenziale interiore, puro e libero dai condizionamenti esterni. Quella parte che si esprime con spontaneità e sensibilità di un bambino: l’inconscio è definito anche “bambino interiore”.

Per farci raccontare l’energia del Mese di Febbraio 2024, ho scelto le Carte del “Piccolo Yogi” che utilizzo negli Incontri Yoga con i Bambini.

Sono delle carte che possano portarci in contatto diretto con il nostro stato “primitivo”, in quella parte di unione con il tutto, capace di creare cose nuove con soluzioni ideali, per avanzare con gioia nel proprio percorso di vita.

In queste carte vengono suggerite delle posizioni Yoga, chiamate Asana, dando delle spiegazioni a vari livelli, sia fisici che energetici.

Quando con il corpo, andiamo a fare le Asana, ci mettiamo in relazione con l’energia dell’elemento richiamato, attivando in noi le proprietà relative.

Nel video riporto la diretta rimasta sul canale social Instagram  Impronte_incondizionate insieme a tutte le altre dei mesi dell’anno del 2024. Riporto per iscritto gli aspetti principali con ulteriori osservazioni ad integrare ed interpretare ciò che è stato espresso.

Vi suggerisco sia di leggere che di guardare il video per cogliere ulteriori “sfumature”.

Nell’estrarre la carta è uscita l’Asana del Pavone, di cui riporto la spiegazione.

Il PAVONE è un animale appropriato per simboleggiare l’Energia dell’Acquario. Le piume (antenne) del Pavone, che sembrano tanti occhi, richiamano la capacità dell’Acquario di arrivare a vedere dove gli altri non vedono.

La carta ci parla di bellezza, che viene percepita con una nuova visione più “moderna” (ricordiamo che l’energia dell’Acquario suggerisce nuovi strumenti di interazione). Il Pavone si … “pavoneggia”, mostrandosi fiero nella sua bellezza senza “filtri” che apre a raggiera (come il sole, elemento collegato all’anno 2024).

Cosa suggerisce la carta per IL CORPO ENERGETICO? Ci invita a innalzare lo sguardo verso l’alto e focalizzare l’energia nel qui e ora, andando a ricevere le informazioni che arrivano dell’alto, affinché si porti la bellezza del cielo sulla terra.

Il Pavone è un animale che vola, ma anche che cammina e quindi congiunge l’elemento Terra (concretezza, solidità, piacere) con l’elemento Cielo (libertà e ribellione).

Un’unione fra la stella Sirio, colei che è alla guida dell’anima, con il Sole, la stella alla guida del corpo umano.

La carta ci dice di essere nel presente, in quello che possiamo fare adesso, di non vivere per dimostrare qualcosa a qualcuno e di non guardare indietro alle cose accadute, su “ciò che si poteva fare”, ma neanche di guardare troppo in avanti.

“Non hai bisogno di manifestare sempre quello che sai fare, la tua preziosità è sempre con te, come la coda di un pavone (che quando è chiusa può far apparire il pavone con un volatile comune). Al momento giusto però essa sarà manifestata e potrà riempire di gioia e di allegria la vita di chi ti sta vicino”.

Tutto ciò che ci circonda è un simbolo, proiezione del nostro mondo interiore. Vivendo nella presenza, nel momento in cui formuliamo una richiesta all’universo, riceveremo anche delle risposte più “creative” che ci vengono inviate nella modalità del “Creatore di tutto ciò che è”.

Collegato al significato di cielo stellato, il pavone può anche essere simbolo di immortalità e di Cristo stesso, in quanto si credeva che le carni dell’animale, dopo la morte, non si deteriorassero.

La sua caratteristica è la coda, che apre a ruota, considerata simbolo del Cosmo o del Sole, che ricordiamo essere la stella dominante dell’anno 2024.

Il Pavone è anche simbolo di morte, resurrezione e di vita eterna. Esprime in ciò gli attributi di Cristo, come regalità, gloria, immortalità, conoscenza e abbondanza.

Nella stesura delle Carte degli Angeli per l’anno 2024, nella posizione del mese di Febbraio, si trova l’Arcangelo Michele, rappresentato dal primo raggio angelico di colore blu, che è il colore blu nobile del Pavone nella carta sopra descritta.

La frequenza della carta dell’Arcangelo Michele è vibrante, viva e purificante. É collegata al “cuore di Diamante” e come ogni diamante, l’abbandono a questa divina Volontà, ha molte sfaccettature.

Il raggio blu è il raggio del potere e della leadership divina. É il raggio del potere che attraversa la parola parlata e silenziosa, collegata al chakra della gola. É anche il raggio più abusato dell’umanità. Ogni volta che trattieni parole d’amore e compassione, stai abusando dell’energia di questo raggio. Ogni volta che tenti di controllare o manipolare, per fare a modo tuo, stai abusando dell’energia del raggio blu.

Sarà un mese dove si apriranno nuovi scenari, visioni e verità dei fatti.

Il simbolo del Pavone ci sostiene, in questo mese di Febbraio, per farci “riappropriare” di una bellezza che non corrisponde ai canoni standard, ma ad un nostro “sentire” ed “essere”.

Ci indica che possiamo raggiungere questa bellezza, nel momento in cui entriamo in contatto con le nostre “stelle” interiori, attingendo alla piena fiducia in noi stessi, nella scoperta delle qualità e capacità insite che si esprimono in noi con naturalezza. Riusciremo a trovare queste “stelle”, nel momento in cui andiamo oltre a ciò che ci è stato detto o fatto credere.

Se nella nostra vita, la bellezza è solo una facciata, una costruzione “artificiale”, probabilmente questa sarà tagliata via (come indica la spada dell’Arcangelo Michele), per permetterci di ricostruirla con delle basi che abbiano un contenuto più vero e sincero.

Sarà un mese vario e profondo che ci condurrà in contatto con la nostra vera essenza, quel sole, quel calore interiore, che potrà permetterci di andare nel mondo, facendoci splendere di luce propria e non “riflessa”. In questo modo potremo, come il pavone insegna: “riempire di gioia e di allegria la vita di chi ti sta vicino”.

Ricordo che questa è una lettura dell’Energia Universale predominante. Per una visione più dettagliata della propria posizione vi propongo una Lettura della propria Mappa Numerologica dove si possono vedere nello specifico i vari passaggi e caratteristiche personali.

Un abbraccio bluissimo a tutti.

Riproduzione consentita con citazione della fonte.

di Nunzia Bruno
Alchimista dell’Anima
Tel. +39 342 3662449
E-mail: nunzia.bruno@magicheimpronte.it

➡️ Guarda tutte le TESTIMONIANZE che mi hanno scaldato il cuore

LASCIA UNA TESTIMONIANZA