Condividi su:

Il 25 Luglio è un giorno fuori dal tempo. Sta in mezzo, nel calendario dei Maya fra l’ultimo giorno del vecchio anno (il 24 luglio) e il primo giorno del nuovo anno (il 26 luglio). Siamo quindi in uno spazio temporale neutro dove lasciar andare il vecchio perché il nuovo possa entrare per manifestarsi.

Giorno fuori dal tempo

Il Giorno Fuori dal Tempo è lo spazio temporale di passaggio tra un flusso di energia galattica ed uno successivo. La sua origine è legata al Calendario delle 13 Lune di 28 giorni, che producono 364 giorni lungo i quali la Luna compie i suoi cicli totali. 
Come noto, la rivoluzione terrestre intorno al Sole ha la durata di circa 365 giorni. Per azzerare le differenze nel Calendario delle 13 Lune si inserisce il 365° giorno (25 luglio), un passaggio dentro il Vuoto tra uno stato di coscienza e quello successivo, cioè tra il vecchio anno e quello nuovo.
Senza disavanzi di tempo, che invece nel calendario giuliano-gregoriano sono stati raggruppati nel 29 febbraio ogni 4 anni. Scopri di più sul LINK .

Il giorno fuori dal tempo, serve a guardarci dentro per comprendere dove siamo arrivati, chi siamo diventati, ma soprattutto se ci troviamo bene dentro noi stessi.

Il 25 luglio – il giorno prima della levata eliaca di Sirio – si lasciano sospese tutte le attività e ciascuno raduna i ricordi per donarli al mare, alla Terra, ai fiumi, ripulendo gli armadi, le cantine e soffitte, sia di casa che dell’animo.   Quindi rifletti bene cosa vorresti lasciare andare?… è un evento? una persona? una situazione? un oggetto? un luogo? un aspetto di se stessi che non ci piace? un sentimento? un ricordo? un problema di salute? un vecchio flirt?… puoi lasciarlo andare in questo fiume e permettere all’acqua che rappresenta la vita, di trasformarlo…


Microcosmo e macrocosmo

Ognuno è un Microcosmo, quello che vediamo fuori di noi nel macrocosmo, è un riflesso di quello che abbiamo dentro. Il proprio sub conscio dirige la parte visibile e conscia.

Cosa si annida nella parte buoi di noi? Ci sono paure?… fallimenti che ci impediscono di fare la propria mossa? … ci sono situazioni che ancora dobbiamo mettere a posto e ci costringono a vivere nel passato? … Affrontare questo significa superali e andare avanti. Occorre fare un auto-osservazione e un lavoro costante e continuo… togliere ciò che ci affligge e lasciare spazio a ciò che ci da felicità. Un atto di coraggio e vera autenticità per lucidare quel diamante grezzo che inizia a brillare di luce propria.

Sintonizzati nella frequenza del cuore

Si tratta di un tempo di transizione in cui cadono gli schemi, sfumano le vecchie credenze e si affaccia il nuovo, potenzialmente molto positivo se sapremo rispondergli con la coerenza del nostro cuore. Oggi possiamo scegliere il domani che desideriamo vivere, sintonizzandoci sulla frequenza del cuore.
E’ un giorno speciale, energeticamente UNO DEI PIÙ FORTI DELL’ANNO, è il momento corretto per lasciare andare vecchie programmazioni non più utili, per coltivare la propria spiritualità o per festeggiare la vita attraverso l’arte e la cultura.

A proposito di auto-osservazione e lavoro su se stessi sintonizzati nella giusta frequenza di onde che può permetterlo, lo stato Theta:


Riproduzione consentita con citazione della fonte.

di Nunzia Bruno
Alchimista dell’Anima
Tel. +39 342 3662449
E-mail: nunzia.bruno@magicheimpronte.it

➡️ Guarda tutte le TESTIMONIANZE che mi hanno scaldato il cuore

LASCIA UNA TESTIMONIANZA